• green-lab
  • green-lab
  • green-lab
  • green-lab
  • green-lab
  • green-lab
  • green-lab
  • green-lab
  • green-lab
  • green-lab
  • green-lab
  • green-lab
  • green-lab

Ristorante GREEN LAB

Dall'amore per la natura e per la buona cucina nasce il progetto Green Lab: un posto dove sentirsi a casa, coccolati, dove i colori, i profumi, i sapori della terra fanno bella mostra di sé. Leggerezza, freschezza, naturalezza contraddistinguono le pietanze, ideate e preparate da un talentuoso chef sudamericano, nelle quali convivono tradizione e innovazione. Il progetto voleva esprimere anche questa “dimensione” ovvero, recupero dei materiali con il “salvataggio” di alcune preesistenze (come la cortina che ricorda un prospetto esterno) o l'inserimento di un bancone specchiato su 3 lati che ricorda un vecchio mobile ma che, al suo interno, “nasconde” una tecnologica tavola fredda dove troverete esposti torte, biscotti e muffin, tutti rigorosamente “home made”.

Il retrobanco è rivestito in maiolica rosa (Marca Corona) con stuccature in verde. L'alzata del retrobanco è invece un alternarsi di mensole bicolore (rosa/verde militare) con tagli a disegno; veramente singolare le staffe reggimensola obligue in multistrato betulla. Sopra la macchina del caffè napoletana, un vetrinetta pensile vintage e illuminazione a braccetto realizzata su misura con sospensioni in vetro molto suggestive. Bello in tutta il suo splendore, un lampadario vintage della VENINI che illumina tutta lo spazio e il banco espositivo. Nella seconda sala, da segnalare un banco su ruote amovibile e una paratia realizzata con persiane vintage recuperate da un rigattiere.

L'idea dominante era di far immergere gli ospiti in un caldo e romantico giardinetto molto intimo ed esclusivo (solo 35 coperti) a due passi dalla trafficata Piazza Fiume. Le panche con schienale imbottito e base in legno (le gambe in ferro lavorate sono importate dall'Inghilterra) presentano tavoli con top in legno massello e seduta in ferro e rattan. La scelta dei complementi è stata molto accurata: i clienti, Marta Del Monte e Jacopo Villevieille Bideri, hanno dato molto importanza ai dettagli.

ttenzione che hanno destinato anche alla parte “food” del progetto. A partire dalle colazioni a base di thè Matcha (preziosissimo thè verde ampiamente conosciuto per le sue proprietà antiossidanti) con centrifughe ed estratti di frutta, yogurt di capra con frutta fresca e granola home made, energy bars con semi e frutta secca. La pavimentazione (Marca Corona) riporta un'insolita geometria diagolare che ribatte il proprio segno anche sui muri ma nella colorazione rosa.

Dettagli Progetto

Tipologia : Ristoranti

Servizi : Progettazione e Realizzazione architettonica e fornitura degli arredi

Luogo : Luogo: Via Salaria N.77 – ROMA